0
Pubblicato il 24 luglio 2015 da Simona Giordano in Altre notizie
 
 

A cena con i Bizantini: a Crecchio tra storia e gastronomia

a cena con i bizantini 2015
a cena con i bizantini 2015

Torna da questa sera, 24 luglio, per concludersi il 26, ” A cena con i Bizantini“, la manifestazione che si svolge ogni anno nell’antico borgo medievale Crecchio (Chieti) su iniziativa dell’Archeoclub e delle associazioni locali e che mescola gastronomia e storia.Ai visitatori sarà offerta la possibilità di seguire un percorso culturale ed enogastronomico che si svolge all’ombra dell’imponente Castello Normanno e per le vie e le piazze rustiche della cittadina. I turisti potranno gustare le pietanze preparate secondo le usanze bizantine, allestite presso appositi stand situati nelle maggiori piazze di Crecchio; i partecipanti potranno poi assistere al corteo storico che celebra le gesta del comes Vitaliano, di ritorno dalla battaglia di Aternum (Pescara) contro i barbari Longobardi, e verranno allietati, nell’arco delle tre serate, da sfilate e rievocazioni storiche, antichi mestieri, giullari e menestrelli, esibizioni teatrali di strada. Sarà inoltre possibile visitare il Castello Ducale ed il Museo dell’Abruzzo Bizantino ed Altomedievale.

a cena con i bizantini 2015 bis

Prelibatezze del tempo

“Dalle prime luci dell’alba, una comunità operosa, dopo essersi preparata per mesi, si mette all’opera per aprire il sipario al calar del sole, quando si accendono le torce, il borgo si popola di soldati, matrone, cortigiani, eunuchi e i profumi accendono i sensi nel centro storico ove si ode il rullare dei tamburi, le grida di battaglia dei soldati, il suono delle tube annuncia un lungo corteo trionfale celebrante le gesta del comes Vitaliano, conquistatore di Aternum (Pescara) e liberatore dai longobardi” – spiegano gli organizzatori. “Ospiti della Vassilissa, patrizia al seguito delle truppe bizantine di origine egizia, si possono gustare prelibatezze del tempo, servite in piatti di ceramica sigillata africana, sorseggiare vino al miele, spezie e petali di rosa, distribuiti nei punti ristoro allestiti lungo le vie del borgo”.

Tutte le info sul programma

Print Friendly