0
Pubblicato il 15 maggio 2014 da Monica Di Fabio in Notizie
 
 

A Piane d’Accio torna l’Appennino Festival: eccellenze in vetrina per due giorni

appennino
appennino
Una due giorni per valorizzare le tipicità e le eccellenze locali. Sono il territorio e i suoi prodotti i protagonisti assoluti dell’Appennino Festival, che si svolgerà sabato 17 e domenica 18 maggio nel Parco dell’Istituto Agrario “I. Rozzi” di  Piano d’Accio. L’evento è promosso dal Gal Leader Teramano in collaborazione con l’Istituto d’Istruzione Superiore Di Poppa-Rozzi, la Coldiretti provinciale, la Confederazione Italiana Agricoltori (C.I.A.) Teramo e il Consorzio Costa dei Parchi.

Un ricco programma di eventi animerà il prossimo week-end all’insegna dell’agroalimentare di qualità, con convegni, laboratori didattici alla scoperta dell’olio e delle erbe mangerecce, show cooking, esposizione, degustazione e commercializzazione di prodotti a km zero. A fare da cornice alla manifestazione un vero e proprio villaggio allestito nel Parco, il Gal Village, che ospiterà le varie aree espositive con la presenza di oltre 40 aziende produttrici di olio, vino, formaggi, birre artigianali, carne marchigiana, salumi e miele.

APPENINNO FESTIVAL PROGRAMMAIn ogni area, esperti del settore inviteranno i visitatori a degustazioni guidate, per far apprezzare e riconoscere la qualità di ogni prodotto. Due i momenti convegnistici: sabato alle 11 si parlerà di “Sviluppo rurale alla prova del nuovo PSR”; domenica, alle ore 18, di “Piante spontanee mangerecce: coltura, cultura, gastronomia”.

Testimonial d’eccezione del Festival lo chef stellato di fama internazionale Tano Simonato, patron del ristorante milanese “Tano Passami l’olio” e pioniere dell’olio di qualità nella ristorazione, che domenica si esibirà in due sessioni di alta cucina, gli Show Cooking, con inizio alle ore 12 e alle ore 15.30. Nel Village ci sarà, inoltre, l’occasione di pranzare e cenare a base di prodotti rigorosamente a “km 0”, al ristorante allestito dagli studenti dell’Istituto Alberghiero “Di Poppa” e al punto di ristoro gestito da Federproloco, dove sarà proposta la carne marchigiana IGP, rilanciata proprio dal Gal con un’intelligente operazione di marketing. Da segnalare anche la “Grande Mostra dei Vini Abruzzesi”, che diventerà esposizione permanente all’interno dell’Istituto, con oltre 250 etichette delle più prestigiose aziende vitivinicole della regione.

appennino festival“Quest’anno – spiega il presidente del Gal Leader Teramano, Carlo Matone – rispetto alle precedenti edizioni, abbiamo voluto organizzare un evento più completo e articolato, che si propone di mettere in evidenza un pezzo del made in Italy e di promuoverlo non solo sotto il profilo enogastronomico, ma di conoscenza in senso ampio del territorio. Un racconto dell’Appennino teramano nella sua complessità di storie e tradizioni, per contribuire ad aumentare la conoscenza delle produzioni tipiche locali e la consapevolezza dei consumatori”.

Il mondo agricolo è naturalmente il filo conduttore del Festival, con l’obiettivo di avvicinare il produttore al consumatore e incentivare la cosiddetta “filiera corta”.

“Il comparto – prosegue Matone – ha bisogno di competenze e professionalità: da qui la stretta sinergia con l’Istituto “Di Poppa-Rozzi”. Basti pensare che, con un fatturato di circa 250 miliardi l’anno, il settore agrario può rappresentare una vera occasione di rilancio economico e di nuova occupazione per i giovani”.

Il coinvolgimento delle aziende locali è assicurato dalla collaborazione della Coldiretti e della Cia provinciali:

“Il Festival rappresenta anche un’occasione di confronto tra i produttori – evidenzia Pasquale Cantoro della Confederazione Italiana Agricoltori Teramo -, è sempre più essenziale per le aziende, infatti, potersi confrontare per acquisire esperienze e competenze  che consentano di accrescere la loro competitività. Quest’anno, oltre ai consueti spazi espositivi e di degustazione, abbiamo pensato a dei veri e propri laboratori del gusto, con la presenza di esperti, che possano concretamente guidare il visitatore a scoprire e riconoscere la qualità dei prodotti espressione del nostro territorio”.

Il Festival, con l’adesione del Consorzio Costa dei Parchi, nell’edizione 2014 amplia i suoi orizzonti, costituendo un ponte simbolico tra la montagna e la costa teramana. Il Consorzio sarà presente con un proprio spazio espositivo allestito con sabbia e attrezzature balneari. “Crediamo fortemente nella sinergia tra costa ed entroterra – aggiunge Daniele Zunica, ristoratore e componente del Consorzio  -, oggi diventa sempre più essenziale fare rete e rilanciare un brand del territorio nel suo insieme, che punti su sviluppo e qualità ambientale e naturalmente sui grandi prodotti, come grandi oli, vini, carni, di cui la nostra provincia è ricca”.

Fondamentale l’apporto alla kermesse dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Di Poppa-Rozzi”, con gli studenti che collaboreranno ai vari stand, all’accoglienza dei visitatori, all’organizzazione delle visite guidate e dei laboratori.

“Il nostro Istituto – spiega la dirigente Silvia Manetta – riveste un ruolo di assoluta centralità in un territorio, quale è quello della provincia teramana, naturalmente vocato all’agricoltura e al turismo. Questo spiega anche la stretta connessione fra l’Agrario e

l’Alberghiero, con gli studenti attivamente coinvolti nell’organizzazione e nello svolgimento del Festival. Il Di Poppa curerà anche l’allestimento di un punto di ristoro, in entrambe le giornate, con somministrazione di piatti a base di prodotti tipici ai visitatori del Festival”.

Programma

Sabato 17 maggio

Ore 9.30

Laboratori didattici alla scoperta delle Erbe spontanee e dell’Olio per gli alunni delle scuole elementari e medie, a cura di Aprol Teramo e dell’Istituto Di Poppa-Rozzi.

Dalle ore 9.30

Laboratori didatticiAlla scoperta delle erbe mangerecce”: un percorso alla scoperta di odori e sapori del passato, attraverso il quale i docenti dell’Istituto Agrario spiegheranno come riconoscere e usare in cucina le erbe della tradizione. I visitatori saranno guidati anche alla raccolta delle erbe spontanee, che crescono in grande quantità nel Parco dell’Istituto, cicorie, borraggine ecc.

I laboratori sono gratuiti e saranno riproposti in maniera continuativa nel corso di entrambe le giornate.

Ore 11.00  Sala Convegni Istituto Agrario

Convegno  “Sviluppo rurale alla prova del nuovo PSR (Piano di Sviluppo Rurale)”. I lavori saranno introdotti dalla dirigente dell’Istituto, Silvia Manetta, e dal presidente del Gal, Carlo Matone, seguiranno le relazioni di Giorgio Chiarini, direttore del Settore Politiche Agricole della Regione Abruzzo, Giorgia Matteucci e Marco Gaito (Inea Abruzzo), Carmine Masoni (CIA Abruzzo), e Luca Di Giandomenico (Coldiretti Abruzzo).

Ore 10.30  e 15.30 Istituto Alberghiero Di Poppa 

Professional tenuto dallo chef stellato Tano Simonato, che incontra i cuochi della provincia per una sessione formativa dedicata all’uso dell’olio extravergine d’oliva in cucina.

Domenica 18 maggio

Dalle ore 9.30

Laboratori didattici “Alla scoperta delle erbe mangerecce”: un percorso alla scoperta di odori e sapori del passato, attraverso il quale i docenti dell’Istituto spiegheranno come riconoscere e usare in cucina le erbe della tradizione.

Ore 12.00 e 15.30

Show Cooking e degustazioni gratuite condotte dallo chef stellato Tano Simonato, in due performance di alta cucina. Potranno assistere agli show 80 partecipanti per volta (per prenotazioni inviare una e-mail a galvillage@gmail.como contattare il n° tel. 0861.266028).

Ore 18.00 Area Village 

Convegno “Piante spontanee mangerecce: coltura, cultura, gastronomia” a cura del prof. Silvio Pachioli, docente dell’Istituto Agrario.

Aree espositive & Degustazioni

Nella due giorni all’interno del Gal Village saranno allestite aree espositive e di degustazione a cura di aziende produttrici di olio, vino, birre artigianali, carne marchigiana, salumi, formaggi e miele. In ogni area, esperti del settore inviteranno i visitatori a degustazioni guidate, per portarli a riconoscere la qualità e genuinità delle diverse tipologie di prodotti. Saranno presenti anche stand di ceramiche di Castelli, piante e altri, tra cui uno a cura dell’Università di Teramo, Servizio di orientamento in entrata.

Ristorazione

All’interno del Gal Village saranno presenti due punti di ristoro.

Ristoro 1: a cura degli studenti dell’Istituto Alberghiero Di Poppa, sarà possibile pranzare e cenare (solo il 17 maggio) con menù fisso al costo di 15 euro. Per prenotazioni tel. 0861.247248- 347.6135396.

Ristoro 2: a cura della Federproloco, in questo punto di ristoro sarà possibile gustare la carne marchigiana. Grazie all’operazione di rilancio operata dal Gal, la marchigiana è tornata ad essere un piatto tradizionale nei ristoranti della provincia, al secondo posto in Italia per numero di capi allevati.

Grande Mostra dei Vini Abruzzesi

Nell’Istituto Agrario sarà possibile visitare la Mostra, che diventerà esposizione permanente. Per la prima volta riuniti in un solo spazio tutti i vini prodotti dalle aziende vitivinicole della regione: oltre 250 etichette.

Info&Prenotazioni

Facebook:  facebook.com/gal.appenninoteramano; Web http://www.galleaderteramano.it/;

Per prenotarsi agli Show Cooking: e-mail galvillage@gmail.com; tel. 0861.266028.

 

Print Friendly

Monica Di Fabio