0
Pubblicato il 27 maggio 2013 da Monica Di Fabio in Rubriche
 
 

Agnello del Centro Italia, dall’Unione Europea arriva l’Igp

agnello
agnello
L’Europa premia l’agnello del centro Italia, che ha ottenuto il riconoscimento comunitario come Indicazione Geografica Protetta (Igp). Un riconoscimento che l’Ue ha tributato anche ad altri due prodotti considerati rappresentativi del patrimonio agroalimentare italiano di qualità:  il “Panforte di Siena” e il “Salmerino del Trentino”.

Le Dop e Igp italiane riconosciute dall’Unione Europeapassano ora a 252, un nuovo inchino all’eccellenza dei prodotti agriìoalimentari italiani, questo rappresentano gli Igp per il Ministero delle Politiche Agricole che ha reso pubblica la notizia. Per quanto riguarda l’Agnello del Centro Italia, il riconoscimento dell’IGP si riferisce ad agnelli di età inferiore a 12 mesi e si lega alle caratteristiche della carne e alla relazione esistente tra la rapidità di accrescimento ponderale degli animali e la resa. Una peculiarità che è frutto di una sintesi qualitativa effettuata sulle razze storicamente presenti nell’area, esaltata anche attraverso un sistema di allevamento all’aperto e un’alimentazione di buona qualità, mediante l’utilizzo di ampi prati-pascoli.

Per il “Panforte di Siena” identifica il prodotto dolciario ottenuto dalla lavorazione e successiva cottura in forno di un impasto a base di farina, frutta candita, frutta secca, miscela di zuccheri, miele e spezie. L’IGP “Salmerino del Trentino” infine si attribuisce, invece, ai pesci salmoni appartenenti alla specie salmerino alpino Salvelinus alpinus L. Le caratteristiche principali del “Salmerino del Trentino” sono l’indice di corposità molto ridotto, il contenuto in grassi e le caratteristiche gustative della carne, che si presenta soda, tenera e asciutta, con un delicato sapore di pesce.

 

Print Friendly

Monica Di Fabio