0
Pubblicato il 3 febbraio 2015 da Simona Giordano in Altre notizie
 
 

Agricultura, ciclo di incontri sulle coltivazioni naturali a Montefino

agricoltura abruzzo
agricoltura abruzzo
Si chiama “Agricultura” il ciclo di incontri in programma a Montefino (TE) rivolto a agricoltori, autoproduttori e appassionati del mondo agricolo finalizzato all’apprendimento dei principi e delle tecniche per una coltivazione naturale. L’iniziativa è promossa dalla cooperativa Montefino Sociale con il patrocinio, tra gli altri, dell’amministrazione comunale di Montefino e della Regione Abruzzo, di Turismo Verde, dell’associazione Civiltà Contadina gruppo Abruzzo, di Legambiente Valfino e con il contributo della BCC di Castiglione M.R. e Pianella.

Il calendario

Il primo appuntamento è in programma per giovedì, 5 febbraio, alle 19, quando dopo i saluti del sindaco di Montefino, Ernesto Piccari, e dell’assessore regionale alle politiche agricole e allo sviluppo rurale, Dino Pepe, l’architetto paesaggista, esperto di agricoltura naturale, Cristiano Del Toro, terrà una lezione sull’agro-ecologia. Sempre Del Toro si occuperà anche delle altre lezioni: il 10 febbraio alle 19,30 si parlerà della fertilità della terra, il 19 alla stessa ora si affronterà l’argomento della coltura dell’olivo, soprattutto della varietà Castiglionese, tipica della vallata del Fino. Si parlerà in modo teorico della potatura delle olive il 24 febbraio, mentre un laboratorio pratico su questo argomento è previsto per la giornata del 7 marzo.

Il Panel leader Marino Giorgetti terrà una lezione il 3 marzo sulle caratteristiche dell’olio extravergine d’oliva. Il 10 marzo con Del Toro si parlerà dei semi, da quelli antichi, a quelli ibridi passando per gli OGM; il 14 marzo si affronterà l’argomento delle erbe mangerecce, mentre il 24 marzo si parlerà dei cereali antichi con Marco Manilla di Turismo Verde Abruzzo. L’ultimo appuntamento, previsto per il 31 marzo, prevede un incontro sul nuovo piano di sviluppo rurale della Regione Abruzzo con Fabio Di Pietro dell’Inea.

Print Friendly