0
Pubblicato il 20 settembre 2013 da Simona Giordano in Notizie
 
 

Anche il formaggio abruzzese si mette in posa per il Cheese 2013

Cheese2013OrizzontaleLoghi
Cheese2013OrizzontaleLoghi

Ci saranno anche tre caseifici abruzzesi a “Cheese”, la manifestazione dedicata alle forme del latte e al mondo dei formaggi, che  colorerà le strade e le piazze di Bra da domani, 20 settembre, fino al 23 settembre. Come di consueto, l’evento organizzato da Città di Bra e Slow Food Italia con la partecipazione del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali apre le porte a centinaia di casari, pastori, affinatori e produttori pronti a confrontarsi e presentare le loro prelibatezze.

Tema di Cheese 2013 è l’Arca del Gusto, il progetto della Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus che cataloga i prodotti simbolo delle tradizioni, della cultura e della storia dei cinque continenti. Segnalandone l’esistenza, ognuno di noi può contribuire alla loro salvaguardia, evitando così che scompaiano. Ecco quindi che Cheese lancia l’iniziativa Salva un formaggio!, chiedendo a tutti di portare a Bra il prodotto caseario ritenuto meritevole di salire sull’Arca. Tutelare un formaggio, infatti, significa salvare razze, pascoli, paesaggi e saperi delle piccole comunità, spesso tramandati da generazioni.

cheese_20110918-190309Ospiti della manifestazione, le Isole Britanniche con i loro formaggi artigianali, creati recuperando antiche tecniche di produzione e restituendo i sapori autentici del territorio. Degli oltre 150 formaggi presenti nella Gran Sala, un terzo proviene da queste isole, offrendo un perfetto abbinamento con più di 800 etichette della vicina Enoteca, selezionate tra le cantine aderenti al Progetto Vino di Slow Food. Originali Laboratori del Gusto puntano i riflettori sui new old cheeses, mentre nell’Appuntamento a Tavola diretto dallo chef Jeremy Lee di Londra, sbarca in Langa la migliore cucina british.

Non solo sapori anglosassoni comunque nel programma di Cheese: i 36 Laboratori del Gusto e i 12 Appuntamenti a Tavola promettono abbinamenti particolari e piatti della tradizione rielaborati da grandi chef, per scoprire i colori e i profumi dei formaggi più rari.

È nel Mercato dei Formaggi che rivive la rete internazionale dei produttori italiani e stranieri e in cui si possono gustare leccornie da tutto il mondo, osservando come vivono i casari e cosa si nasconde dietro ogni forma. Non può mancare l’ormai tradizionale Via degli Affinatori, una vera e propria galleria in cui capire come questi artigiani trasformano i formaggi, arricchendoli con il loro tocco, che dona caratteri aromatici e sfumature inconfondibili. Biodiversità protetta tra le bancarelle dei 60 Presìdi Slow Food italiani e internazionali. Dal Mar Mediterraneo ai Pirenei, dalle Alpi al monte Ararat, alla ricerca di formaggi, ma non solo: anche pane, confetture, miele e molti altri prodotti.

Ecco le aziende abruzzesi che partecipano a Cheese 2013:

Azienda Illuminati Gino Snc di Illuminati Peppino & C, di Ancarano (TE), che proporrà caciotta di mucca, caciotta mista (mucca e pecora), formaggio di capra, pecorini in varie stagionature.

F.D.F. Sapori del Gran Sasso srl. di Pietracamela (TE) con il pecorino canestrato a latte crudo, con stagionature che variano dai tre ai diciotto mesi, pecorino canestrato realizzato con latte pastorizzato con stagionature che variano da un mese a tre anni, cacio marcetto (crema di formaggio ovino).

Presidio del canestrato di Castel del Monte, Castel del Monte (AQ), “La cultura della transumanza e la ricchezza di essenze foraggere nei pascoli del Gran Sasso: la base di un cacio di personalità piccante

Il programma completo è disponibile su www.slowfood.it 

Print Friendly