0
Pubblicato il 11 settembre 2014 da redazione in cultura
 
 

Arago Design porta l’Abruzzo a Faenza per Argillà, la biennale della ceramica

arago
arago

Per la quarta volta consecutiva il marchio di autoproduzione in ceramica Arago Design è selezionato, quale unica realtà abruzzese esterna ai centri di tradizione ceramica, per partecipare alla quarta edizione di Argillà Italia, Biennale Internazionale della Ceramica di Faenza.

aragoIl prestigioso riconoscimento vede il marchio abruzzese creato dai creativi della ceramica Dario Oggiano ed Elisabetta Di Bucchianico (leggi il nostro articolo)a rappresentare la creatività locale al fianco di 150 espositori internazionali.
La giuria di esperti ha individuato nell’attenzione verso le icone identitarie del territorio di provenienza, un’originale e fruttuoso atteggiamento volto alla promozione delle risorse culturali locali e incentivante per la creatività che si fa carico del trasferimento della Storia verso il futuro, attraverso atteggiamenti non esclusivamente conservativi.

In occasione di Argillà Italia 2014, Arago Design esporrà la collezione in ceramica per la tavola “neola”, insignita della Menzione d’Onore del Premio Design Abruzzo 2013, “l’Abruzzo 1:315.000”, rappresentazione dell’identità regionale “al tempo zero”, e riferendosi in modo originale all’icona dell’animale abruzzese per eccellenza, il Trofeo, testa di pecora decorata dal Maestro Emiliano Di Egidio di Castelli, e “l’Ovina Ars” stupefacente vaso in ceramica riproduzione fedele di un blocco di sale scolpito con le lingue di un gregge di pecore.

 

arago arago

Al racconto di un’Abruzzo insolito e originalmente creativo di Arago Design, nei giorni di Argillà nel Palazzo delle Esposizioni, si aggiungerà la Mostra dei risultati del Bla Bla Design Workshop di Castelli (leggi il nostro articolo), ulteriore espressione delle energie costruttive contemporanee, in cui verranno esposte 18 opere ideate da 25 partecipanti (tra studenti del Liceo Artistico Grue di Castelli e giovani Designers accorsi da tutta Italia) coordinati da ArDe (www.ar-de.it) e il designer Paolo Ulian, al fine di avviare una riflessione sul futuro della ceramica della Città della Maiolica abruzzese.

 

Print Friendly

redazione