0
Pubblicato il 4 maggio 2013 da Monica Di Fabio in Rubriche
 
 

Consigli per gli acquisti, la Coldiretti lancia il “tutor”

spesa
spesa
Fare una spesa di qualità, per riouscirci la Coldiretti crea il “tutor”, in grado di far risparmiare oltre il 30 per cento. L’iniziativa è della Coldiretti che, da “Cibi d’Italia” di Campagna Amica al Castello Sforzesco di Milano, ha proposto per la prima volta lezioni pratiche di risparmio con figure dedicate che opereranno progressivamente in tutta Italia. Le famiglie – sottolinea Coldiretti – hanno speso per mangiare 477 per euro al mese, ma in 7 casi su 10, nel 2012 secondo l’Istat, sono state costrette a ridurre non solo le quantità, ma anche la qualità dei prodotti acquistati, mettendo a rischio la sicurezza alimentare e la salute.

“La crisi – precisa Coldiretti – ha privato le famiglie di alimenti essenziali per l’alimentazione con il 12,3 per cento degli italiani che – precisa l’associazione – non è più  in grado di sedersi a tavola con un pasto adeguato in termini di apporto proteico almeno una volta ogni due giorni. I tutor della spesa di Campagna Amica vogliono invertire questa drammatica tendenza con la diffusione di comportamenti e conoscenze utili a fare scelte di acquisto consapevoli nel momento di riempire il carrello”. Saranno presenti dalle scuole ai mercati fino alle fattorie didattiche con dimostrazioni, esercitazioni e consigli per riconoscere i cibi di qualità, ma low cost, allevare on line un maiale o una mucca, preparare maquillage fai da te a costo zero, coltivare orti nei più piccoli spazi di case, terrazzi, aiuole o addirittura sui tetti, pulire la casa con i prodotti della natura, riciclare intelligentemente i rifiuti, fare la pasta, il pane o le conserve in casa, ma anche adottare a distanza una pianta da frutto o un ulivo per avere pere o extravergine personalizzati.

“Tagliare indiscriminatamente sul cibo significa tagliare sulla salute e sul futuro”, ha affermato il presidente della Coldiretti Sergio Marini nel sottolineare che “questo non è accettabile in un Paese che ha conquistato il mondo grazie ai primati a livello internazionale per qualità e sicurezza del Made in Italy alimentare. Vogliamo creare le condizioni per mangiare bene a costi accessibili anche in Italia e su questo e siamo impegnati a lavorare per la formazione e l’informazione, nei nostri mercati di Campagna Amica, nelle fattorie didattiche e nelle scuole”.

Print Friendly

Monica Di Fabio