0
Pubblicato il 17 settembre 2014 da redazione in Notizie
 
 

Alfredo Gaeta: 15 anni di dolcezza a Bake Off Italia

Alfredo Gaeta da Bake Off Italia
Alfredo Gaeta da Bake Off Italia

Respira il profumo paradisiaco di vaniglia e zucchero da quando è nato. Da quando lo sente prendere vita dal laboratorio di famiglia, una gelateria e pasticceria divenuta nota e frequentata in quel di Lanciano, che è la città da cui Alfredo Gaeta, il 15enne pastry-chef di Bake Off Italia proviene. Quindici anni vissuti dolcemente i suoi, pieni di primati: impasta almeno da cinque ed è sicuramente il concorrente più giovane nel programma condotto da Benedetta Parodi e animato dai giudizi di Ernst Knam, il genio del cioccolato e Clelia D’Onofrio, per anni il Direttore editoriale del prestigioso Cucchiaio d’Argento, che va in onda su Real Time.

boi2_pt2_gal2

Alfredo GaetaNelle mani ha sicuramente un dono, ama fare i dolci. Nella testa ha un sogno, veder riaprire la pasticceria di famiglia dove nella sua presentazione racconta di aver trascorso i pomeriggi dopo i compiti a veder nascere leccornie di ogni tipo. Un progetto, con lui nelle vesti di uno degli interpreti principali, però. Bella storia e bella energia la sua, dolcissima, che mette insieme i sogni di pasticcere alle vicissitudini dello studente di secondo liceo scientifico, che dopo lo studio continua a formarsi, lo fa vicino casa, ai corsi di frolla di Red Academy, a San Vito. Ma c’è dell’altro, ha una passione per gli elettrodomestici e vorrebbe anche brevettare un aggeggio da cucina rivoluzionario.

alfredo GaetaAl casting si è presentato con un pan di Spagna con crema all’arancia, ma se la cava bene con tutti i dolci. Lo abbiamo visto alle prese con i profiteroles messi in piedi nella stupefacente location di Villa Arconati, complesso a nord ovest di Milano con il suo Giardino Monumentale e il Borgo Antico, 200 ettari all’interno del Parco delle Groane dove si registrano le puntate in onda da venerdì 5 settembre.

In bocca al lupo Alfredo!

(Le foto sono prese da Bake Off Italia che ringraziamo)

Print Friendly

redazione