0
Pubblicato il 16 giugno 2013 da Monica Di Fabio in Notizie
 
 

Cammina Cai 150, quattro regioni a piedi per l’ambiente

caii
caii
Tre giorni in cammino a piedi o su due ruote per riscoprire l’ambiente e svelare scorci inediti fra Abruzzo, Marche, Molise e Umbria. E’ la manifestazione Cammina CAI 150 – Salaria, quattro regioni senza confini che ” prenderà vita dal 14 al 16 giugno prossimi su percorsi fra Sella di Corno, Antrodoco, Scoppito , Tornimparte, Lucoli, Roio e L’Aquila, presentato dal Cai Aquilano nel capoluogo di Regione. “Una bellissima iniziativa – ha dichiarato Alfredo Moroni, assessore comunale all’Ambiente dell’Aquila - utile per rafforzare i rapporti col territorio ed incrementarne i legami. Invito tutta la città a partecipare, non solo per scoprire o riscoprire la profonda bellezza della nostra natura ma anche per condividere un bel momento di aggregazione. Ringrazio la sezione CAI dell’Aquila e l’amico Felice Flati per la grande attenzione che da sempre rivolgono al territorio aquilano, anche in termini di volontariato. Basti pensare all’importante lavoro di ripulitura dei sentieri che il CAI sta facendo su San Giuliano e di cui chiunque può apprezzarne l’utilità.  E’ un evento aperto a tutti – ha dichiarato Felice Flati, della sezione CAI dell’Aquila e coordinatore dell’iniziativa – che, in tre giorni, coinvolge a piedi ed in mountain bike i territori di Sella di Corno, Antrodoco, Scoppito , Tornimparte, Lucoli, Roio e L’Aquila con percorsi accessibili a chiunque e l’accoglienza garantita dal prezioso sostegno delle proloco che hanno aderito, con forte entusiasmo, all’iniziativa. Il progetto, patrocinato dal Comune dell’Aquila, è inserito nel più ampio programma di valenza nazionale “CamminaCAI150″, promosso dalla Commissione Centrale per l’Escursionismo del Club Alpino Italiano che quest’anno festeggia i 150 anni del Sodalizio, primo organismo associativo nato a livello nazionale subito dopo l’Unità d’Italia, fondato nel lontano 1863 dal Ministro Quintino Sella.

Logo_Cai150_Salaria“Abruzzo, Lazio, Marche ed Umbria – ha spiegato Flati – sono le Sezioni delle Regioni partecipanti al progetto che, dallo scorso anno, hanno avviato una serie di escursioni congiunte su percorsi paralleli e trasversali alla via Salaria, nei luoghi più caratteristici del territorio, con l’obiettivo di studiare un sistema completo di itinerari di mobilità dolce e che collegheranno stabilmente le varie aree interessanti il progetto”. Nel corso delle tre giornate, verranno distribuite delle schede storico culturali relative ai territori coinvolti nell’iniziativa, a cura dell’economista Antonio Porto: “Le schede confluiranno poi in una guida turistica – ha dichiarato Porto – che verrà presentata a Torino alla metà di ottobre e che servira’ da portavoce del nostro territorio e da stimolo, mi auguro, affinché tutti i circuiti presenti vengano utilizzati. Importante, in questo senso, anche l’impegno delle Istituzioni a fare rete e a saper promuovere il nostro patrimonio storico – naturalistico oltre i nostri confini”. Alla conferenza stampa hanno partecipato anche il coordinatore regionale delle proloco, Domenico Fusari ed il consigliere regionale CAI, Nicola Lattanzio. Durante le giornate dedicate al trekking saranno presenti con unità specializzate e di sostegno, le Associazioni di Protezione Civile PIVEC, GRISU’ e della Croce Rossa. La manifestazione è partner di AQ 2019 per la promozione della candidatura della Città dell’Aquila a Capitale Europea della Cultura per il 2019.

Print Friendly

Monica Di Fabio