0
Pubblicato il 9 marzo 2015 da Simona Giordano in Altre notizie
 
 

Cantina Frentana presenta i nuovi vini con i piatti di Villa Majella

cantinafrentana3
cantinafrentana3
Un bianco al profumo di agrumi e fiori bianchi, vinificato in acciaio ed ottenuto da uvaggio pecorino con chardonnay, provenienti da vigneti in quota e un rosso che unisce struttura e complessità, frutto dell’incontro di uve montepulciano con uve merlot e cabernet sauvignon. Si chiamano Torre Vinaria Terre di Chieti, IGT Bianco e IGT Rosso e sono gli ultimi arrivati nella grande famiglia di Cantina Frentana, la cantina vitivinicola di Rocca Sa Giovanni (Chieti) ormai alle soglie dei 60 anni. Due vini di sfumatura internazionale, ma legati indissolubilmente all’Abruzzo, pensati per condensare in un bicchiere la storia di Cantina Frentana e celebrarne un simbolo, la torre vinaria.

Due vini, cinque sensi

Sarà proprio il manufatto costruito nel 1958 e rinato a nuova vita nel 2014 dopo un’attenta ed accurata ristrutturazione ad ospitare, prima del battesimo ufficiale al prossimo Vinitaly di Verona (22 – 25 marzo_ Padiglione 12 (ex 11), stand H3), la presentazione dei due nuovi vini, con la serata evento “due vini, cinque sensi” riservata agli addetti ai lavori, in programma questa sera, 9 marzo.
Proprio nella sala esperienziale della Cantina Frentana si potranno gustare i calici dei Torre Vinaria Terre di Chieti in abbinamento con i due piatti pensati e realizzati per l’occasione dallo chef stellato Peppino Tinari del Villa Majella di Guardiagrele (CH).

Print Friendly