0
Pubblicato il 4 febbraio 2014 da Monica Di Fabio in Rubriche
 
 

Europei spreconi: acquistiamo cibi freschi e li buttiamo nella spazzatura

cibo fresco
cibo fresco
Una ricerca della Panasonic dice che il 58 % degli europei non riesce a consumare il cibo fresco che acquista ogni settimana, gettandolo nella spazzatura. Uno spreco che si afferma nonostante il 94% degli europei acquisti regolarmente ingredienti freschi per preparare i pasti. La ricerca è realizzata in collaborazione con Icm, che ha coinvolto 5.000 persone di cinque paesi Europei, per capire e scoprire abitudini culinarie del Vecchio Continente.

Così si scopre che il 62 % dei tedeschi getta cibo fresco nella spazzatura ogni settimana, salendo sul podio degli spreconi d’Europa per la mole di cibo destinato al macero.

Corsi di cucinaInvece sono gli spagnoli i veri virtuosi con il 50% degli intervistati che afferma di non gettare mai cibo fresco. Li seguono a rota gli italiani: ben il 42% della popolazione non butta via cibo, riconoscendo quindi il debito valore alla spesa effettuata. Le donne italiane sono le più frugali, con il 44 % che non spreca nulla rispetto al 39 % degli uomini. La ricerca mostra che gli italiani più anziani sono i più attenti agli sprechi, con oltre la metà di over 65enni che non sprecano mai cibo fresco (rispetto ad appena il 28 % dei giovani tra i 18 e 24 anni).

cibo fresco formaggiAndiamo in Francia e scopriamo che sprecano cibo di qualità, sono primi con oltre un quarto (il 26%) degli intervistati che dichiara di sprecare 250 euro di cibo fresco ogni anno, equivalente a circa 15mila euro nell’arco di una vita. Nonostante gli sprechi, la ricerca condotta da Panasonic ha rilevato anche che gli europei ritengono importante l’utilizzo di ingredienti freschi nella preparazione dei pasti, tanto che il 33% acquista cibi freschi più di tre volte a settimana.

 

Gli italiani invece primeggiano per frequenza d’acquisto di alimenti freschi: quasi un quarto (il 23%) degli intervistati ha dichiarato di acquistare alimenti freschi almeno quattro volte a settimana. Nella classifica dell’attenzione rispetto ai cibi freschi seguono gli spagnoli, i tedeschi, i francesi ed, infine, gli inglesi: solo il 9% sarebbe disposto a fare la spesa cibo fresco verduraalimentare quattro o più volte a settimana. In tutta Europa, gli italiani sono i più propensi ad utilizzare ingredienti freschi in cucina: il 46 % degli intervistati va a fare la spesa almeno tre volte a settimana.

La dieta mediterranea sembra affermarsi tra tutte le generazioni, con quasi un quarto dei giovani (18-24 anni) che acquista in negozi di carnealimentari freschi almeno quattro volte alla settimana.

Gli italiani che vivono nel sud sono i più grandi acquirenti di ingredienti freschi con oltre la metà (54%) degli intervistati che acquista cibo fresco almeno tre volte a settimana. Il nord-overst della penisola, invece, si distingue con il 35% degli intervistati che acquistano cibo fresco al massimo una volta a settimana cosa che nessun sardo arriverebbe mai a fare.

Print Friendly

Monica Di Fabio