0
Pubblicato il 27 settembre 2015 da Simona Giordano in Notizie
 
 

Expo Milano, ai Giardini dell’ONU si gusta l’Abruzzo

expo
expo

Continua l’attività di promozione dell’Abruzzo a Expò Milano delle Destination Management Company (DMC) Gran Sasso Laga e Gran Sasso d’Italia, L’Aquila e Terre Vestine, in collaborazione con il Gal Terre Pescaresi.
Davanti ad un pubblico nazionale ed internazionale di alto profilo, è stato inaugurato martedì 22 settembre - giornata dedicata da Expo al padiglione Kip (Kip Day)-  il corner espositivo seguito, nel tardo pomeriggio, dalla degustazione dei tanti prodotti proposti dalle DMC presenti. Protagonisti nella preparazione e conduzione della degustazione Luigi e Pietro Di Furia dell’azienda I sapori del Gran Sasso e Massimo Mariani dell’azienda Il Cignale, coordinati dal direttore delle DMC Claudio Ucci.

expo

Luciano Carrino presidente Kip con Pasquino ambasciatore e commissario generale Expo e Crucianelli

L’Abruzzo internazionale

Al termine della conferenza mondiale, in cui si è ribadito che per nutrire il pianeta, i governi, le imprese e le associazioni devono investire sullo sviluppo locale, gli ospiti e il pubblico hanno raggiunto i Giardini dell’Onu per assistere al brindisi di Luciano Carrino,  Presidente di Kip International School e Bruno Antonio Pasquino, Ambasciatore e Commissario Generale di Expo, che hanno dato il via alla degustazione.

Ad apprezzare le prelibatezze abruzzesi, tra gli altri, Domenico Sturabotti della Fondazione Symbola, l’artista italo-persiano Howtan Re e il presidente della rete mondiale delle agenzie ILS LEDA Giancarlo Canzanelli.
Molte anche le personalità internazionali di alto profilo presenti, tra queste: Alfredo Lazarte, co-direttore dell’area strategica “Lavoro decente nell’economia rurale” dell’ILO, Clara Marshall responsabile del programma “Men and Biodiversity” dell’UNESCO, Sydi Gueye segretario generale del Ministero senegalese “Donne, famiglia e infanzia” , Mohamed Sidibe rappresentante del governo del Mali, Pier Giorgio Oliveti direttore di Città Slow International, Alviero Bernardini presidente del Gruppo Cramst, professionisti della ristorazione, Famiano Crucianelli, Co-presidente della KIP e Parviz Koohafkan, Presidente del World Agricultural Heritage Foundation (WAHF).

Print Friendly