0
Pubblicato il 5 aprile 2013 da Monica Di Fabio in Notizie
 
 

Il panettone abruzzese che fa impazzire il Giappone

panettone-agrumato-640x461
panettone-agrumato-640x461
LANCIANO – Il panettone all’olio agrumato, made in Abruzzo, fa impazzire il Giappone. Il prodotto dolciario che ha conquistato Wakuda Tetsuya, tra i primi dieci chef al mondo,  è stato creato dall’azienda agroalimentare Esperidia, che ha sede a Lanciano.

“Ufficialmente – spiega Francesco Ricci, presidente di Esperidia  – la produzione e’ partita nel Natale dello scorso anno. E, immediatamente dopo, a Singapore, c’è stata l’occasione per presentarlo a livello internazionale. E’ subito piaciuto”.

Tetsuya, dopo averlo gustato, ha deciso di “adottarlo”. “Con lui”, afferma Ricci, “collaboriamo da anni per la fornitura di oli agrumati che utilizza nei suoi rinomati ristoranti, da Sidney a Singapore. Ha trovato sorprendente questo panettone, che rappresenta una novita’ assoluta. E’ realizzato utilizzando i migliori prodotti: dai grani, scelti, alla frutta per la canditura, all’olio, che arriva, rigorosamente, dalle piantagioni di ulivo del nostro territorio. Usiamo il nostro “Agrumato” , marchio registrato. Ne produciamo al limone, al cedro, al mandarino, all’arancia, all’arancia amara e al bergamotto. Per il panettone usiamo prevalentemente l’agrumato all’arancia e al mandarino, che conferiscono particolare fragranza e bontà, ma anche le versioni con l’agrumato al cedro e al limone sono state molto apprezzate. Il panettone viene sfornato in alcuni laboratori artigianali creati appositamente a Castel Frentano  da Esperidia insieme ad Angelo Ciaprini, maestro dolciario per tradizione di famiglia. “E’ infatti”, spiega Ricci, ” il nipote del creatore del Buondi’ Motta. Lui ha lasciato Roma e si è trasferito in Abruzzo proprio per intraprendere questa sfida”.

Il panettone all’Agrumato ha tra i suoi vantaggi anche una minore presenza di grassi poichè il burro, nella lavorazione dell’ impasto, è stato completamente eliminato, così come altri grassi, dato che viene impiegato l’extravergine d’oliva agli agrumi. Il nuovo panettone viene già esportato in Germania, negli Usa, in Canada, in Australia, in alcune aree del Giappone. In Italia la distribuzione avviene nelle enoteche, nei wine bar, nei negozi specializzati in ricercatezze agroalimentari.

 

 

Print Friendly