0
Pubblicato il 17 ottobre 2013 da Monica Di Fabio in Notizie
 
 

Il Parco Gran Sasso stila un Codice di buone pratiche agricole: ecco dove

Camosci nel parco
Camosci nel parco
Nascerà un Codice di buone pratiche agricole, a fare da padrino a questo vademecum deontologico è l’Ente Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, nell’ambito 1-Logo_Parco-150della redazione dei Piani di gestione dei siti Natura 2000 e in particolare dei siti Sic e Zps. Si tratta di un importante strumento di gestione per la tutela della biodiversità che consentirà agli operatori agricoli e zootecnici dell’area protetta di usufruire dei vantaggi previsti dal Piano di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Regione Abruzzo.
Perché sia un percorso condiviso, l’Ente Parco ha voluto continuare il processo partecipativo del ”Parco in ascolto”, organizzando degli incontri con le comunità locali per trovare soluzioni concertate sulle importanti tematiche di conservazione e gestione dei siti Natura 2000.

agriAgli incontri sono stati invitati gli operatori agricoli e zootecnici e tutte le associazioni locali dei comuni ricadenti nelle tre province interessate dall’area protetta: L’Aquila, Teramo e Pescara, i quali possono scegliere la sede dove resta più comodo esserci.

Tre sono le giornate, iniziate mercoledì 16 ottobre, restano:

  • giovedì 17 ottobre dalle ore 16.30 presso la sede dell’Ente Parco di Farindola (PE), Via San Rocco;
  • venerdì 18 ottobre dalle ore 16.30 presso la sede dell’Ente Parco di Isola del Gran Sasso (TE), C.da Madonna delle Grazie.

 

Print Friendly

Monica Di Fabio