0
Pubblicato il 4 dicembre 2014 da Simona Giordano in Altre notizie
 
 

Irma Cauli, lezione di cucina tra pasta alla chitarra e poesia

ricette d'Abruzzo
ricette d'Abruzzo
Piatti della cucina tradizionale abruzzese accompagnati da poesie in dialetto. Protagonista della singolare lezione sarà Irma Cauli, cuoca e titolare del ristorante La Stazione di Atessa, nonché poetessa, che sabato prossimo, 6 dicembre, dalle 10 alle 13, sarà ospite della Conad di via Milano, a Pescara. L’esperta di cucina, che per l’occasione indosserà un costume tradizionale abruzzese, mostrerà e insegnerà come preparare due ricette: il Nido di chitarra con pallottine cace e ove e le Pizzelle salate al Montepulciano d’Abruzzo. Tra un impasto e l’altro, la cuoca-poetessa declamerà alcuni versi tratti dalla sua raccolta di poesie dialettali, La voce di ’na squacciafichere, in cui celebra le tradizioni popolari, il territorio e il folklore dell’Abruzzo.

Irma Cauli con la sua raccolta di poesie-2Irma Cauli, che annovera nella sua produzione letteraria circa 150 poesie e due commedie in vernacolo, ha partecipato a diverse manifestazioni dialettali e concorsi dove ha ricevuto citazioni di merito. Alla lezione di cucina assisteranno anche gli alunni della classe 5° C della scuola elementare di via Milano e della 1° C della scuola media “G. Pascoli”, che stanno realizzando un progetto di continuità in vista dell’Expo 2015.

Le cuoche, il vero patrimonio della cucina mondiale

Fabrizio Costantini

Fabrizio Costantini

“Abbiamo organizzato questa iniziativa ” spiega il direttore della Conad di via Milano, Fabrizio Costantini - “ispirandoci ad un’intervista rilasciata di recente dal fondatore di Slow Food, Carlo Petrini il quale ha affermato che il vero patrimonio della cucina mondiale non sono i master chef, ma i milioni di donne cuoche che hanno saputo tramandare i piatti e anche modificarli nel rispetto della tradizione. Irma Cauli custodisce e diffonde questo prezioso patrimonio di ricette e tradizioni abruzzesi che la Conad vuole preservare per far sentire il cliente a casa propria anche nel punto vendita, proponendo le eccellenze gastronomiche della terra in cui vive”.,

La ristoratrice, insieme al marito e alla figlia, è anche titolare dell’azienda “Figlie d’Abruzzo” di Atessa che produce “Pallotte cace e ove” e “Polpettine Cace e Ove“.

L’ingresso alla lezione di cucina è libero.

Print Friendly

Simona Giordano