0
Pubblicato il 21 maggio 2016 da Simona Giordano in Altre notizie
 
 

Lezione antispreco alla Conad di via Milano, la chef Roberta Guidi cucina con i bambini

da sx la maestra Rita Cipolla, Fabrizio Costantini Melissa Ranieri e la chef Roberta Guidi con i bambini della IV D 2
da sx la maestra Rita Cipolla, Fabrizio Costantini Melissa Ranieri e la chef Roberta Guidi con i bambini della IV D 2

Alimentarsi con cereali integrali, legumi, verdura e frutta, scegliere colazioni e merende fatte in casa e, soprattutto, evitare di sprecare. Sono i consigli che la chef e naturopata pescarese Roberta Guidi, ha dispensato agli alunni della classe IV D della scuola primaria “Ignazio Silone”, che hanno partecipato, insieme alle maestre Rita Cipolla e Melissa Ranieri, all’incontro organizzato dalla Conad di via Milano sulla cucina del riuso. La “lezione” è stata incentrata sull’utilizzo del riso “avanzato” attraverso la proposta di due ricette che consentono, con un pizzico di fantasia e creatività, di mangiarlo a merenda, a colazione o ai pasti principali invece di gettarlo nella pattumiera.

La chef Roberta Guidi alla Conad di via Milano Pescara08Con l’aiuto dei bambini, che hanno mescolato e impastato con entusiasmo, la chef ha preparato i Supplì carotina e Quadrotti al cioccolato e cocco, entrambi realizzati con riso integrale. Carote grattugiate, uovo, farina di mais e origano gli ingredienti delle prime, che sono state cotte in forno; i quadrotti, invece, sono stati preparati con cioccolato fondente, farina di cocco e mandorle e raffreddati in frigo. Tra un impasto e l’altro, Roberta Guidi ha raccomandato ai bambini di seguire un’alimentazione più sana, mangiare tanta frutta (anche secca) e verdura di stagione e consigliare alle mamme la preparazione di cereali come il riso, l’orzo, il farro, il sorgo, l’amaranto, il miglio, la quinoa e l’avena al posto dei soliti primi piatti. “Non si può mangiare solo grano, che tra l’altro è tendenzialmente modificato geneticamente e contiene una grande quantità di glutine, responsabile di molte intolleranze – ha spiegato – Bisogna variare l’alimentazione utilizzando altri cereali e, soprattutto, preferire quelli integrali che conservano tutte le componenti: glucidica, lipidica, vitamine e fibre. I bambini vanno anche educati a non sprecare, a capire che non si può dire a priori ‘non mi piace’ quando si trova qualcosa di nuovo nel piatto”. Un invito subito raccolto dai piccoli “aiutanti” della chef che hanno assaggiato con curiosità supplì e quadrotti, apprezzandone il sapore e chiedendo anche il bis. “A volte basta solo un po’ di fantasia per trasformare gli avanzi in un piatto sfizioso che incontra il gusto dei bambini” ha concluso la naturopata.La chef Roberta Guidi alla Conad di via Milano Pescara21

Quello sul riso è stato il primo di una serie di incontri che la Conad di via Milano intende organizzare sulla cucina del riuso, importante per contrastare le allarmanti dimensioni del fenomeno dello spreco alimentare: gli ultimi dati dalla Fao hanno infatti evidenziato che nel mondo, ogni anno, si sprecano 1,3 miliardi di tonnellate di cibo, pari a circa 1/3 della produzione totale destinata al consumo umano. “E’ importante che le coscienze siano formate e sensibilizzate fin dalla giovane età per frenare questa tendenza – ha aggiunto il direttore della Conad Fabrizio Costantini – Per questo motivo abbiamo coinvolto la scuola che grazie alla disponibilità della preside, Roberta Dalla Ragione, ha raccolto il nostro invito”.

Print Friendly