0
Pubblicato il 5 ottobre 2013 da Simona Giordano in Altre notizie
 
 

Linea Verde punta sull’Abruzzo e racconta vino, grano e pasta

zaccagniniroversi
zaccagniniroversi
Il grano solina, il Montepulciano,  la pasta. Tesori dell’Abruzzo enogastronomico che domani, domenica 6 ottobre, saranno al centro della puntata di Linea Verde, in onda alle 12.20 su Raiuno. La popolare trasmissione condotta da Patrizio Roversi e Ingridi Muccitelli ha fatto tappa alle pendici del Parco Nazionale della Majella per raccontare  le storie di agricoltori che grazie alla loro tenacia hanno mantenuto in vita e, cosa ancora più importante, hanno reso economicamente sostenibili, coltivazioni autoctone che rischiavano di scomparire, come ad esempio il grano solina con cui si fa un pane che profuma di mandorla e dura più di dieci giorni

“Questa parte d’Abruzzo ha vissuto un forte abbandono dei terreni coltivati, specialmente quelli montani” spiegano gli autori della trasmissione nella presentazione della puntata. “Oggi si torna a pascolare e coltivare questa terra ma con il vantaggio di farlo in una delle aree verdi più estese d’Europa tra due parchi Nazionali, quello della Majella e quello del Gran Sasso. Qui ci si può trovare in compagnia di uno del più famosi predatori che vivono su queste montagne: il lupo dell’Appennino. Ingrid cercherà di capire se è veramente un animale da temere”.

roversiAl centro della puntata ci sarà il paese di Bolognano da dove Joseph Beuys, uno dei più importanti artisti di questo secolo, ha  lanciato il suo messaggio al mondo: l’agricoltura è arte e l’agricoltore è l’artefice di questa trasformazione creativa. In questo caso, l’artefice sarà Marcello Zaccagnini. A Bolognano, infatti, Linea verde ha fatto visita alla omonima cantina, impegnata in questi giorni nelle operazioni di vendemmia. L’arrivo della troupe è stato occasione di un racconto social da parte della cantina, che ha messo su Facebook e twitter anche la vendemmia in corso. Insieme al titolare, Marcello Zaccagnini, Patrizio Roversi e Ingrid Muccitelli hanno seguito alcune fasi della raccolta dell’uva e della sua lavorazione, ripercorrendo la storia della Cantina unita alla passione per l’arte che da sempre ha contraddistinto  “il vignaiolo d’Abruzzo”.

“Un attestato di stima importante da parte della redazione del programma” scrive Marcello Zaccagnini ” che inserisce la Cantina Zaccagnini tra le realtà italiane che possono fregiarsi del titolo di biglietto da visita del Paese”. Sulla pagina Facebook creata appositamente dalla Cantina Zaccagnini in occasione dell’arrivo della troupe di Linea Verde, sono state postate le foto del backstage della trasmissione (inserite nell’articolo).

A conclusione della trasmissione si parlerà della produzione della pasta, fatta con l’acqua che sgorga dalla Majella. Patrizio Roversi andrà alla scoperta di cosa si nasconde dietro la filiera della pasta, vanto del nostro paese.

muccitelli

 

Print Friendly