0
Pubblicato il 12 novembre 2013 da Monica Di Fabio in Altre notizie
 
 

Maltempo: costa flagellata, fiumi sotto controllo stretto

fiume
fiume
Il maltempo che sta flagellando la costa abruzzese, i fiumi sotto controllo per il rischio esondazione, l’agricoltura in allarme dopo una stagione di caldo conclusasi bruscamente.  Il mare mosso e il forte vento hanno creato diverse situazioni di difficoltà ai motopescherecci in navigazione, e in particolare nelle acque di giurisdizione della Direzione Marittima di Pescara, un allarme è scattato da Giulianova e l’altro da Ortona. Sulle condizioni della costa, legate alle mareggiate, Riccardo Padovano della Confcommercio lancia l’allarme sui danni registrati nel teramano e in provincia di Chieti mentre per Pescara segnala diverse situazioni di pericolo da monitorare.

La Sib Confcommercio ha chiesto alla Regione Abruzzo di “attivarsi immediatamente” per effettuare dei sopralluoghi sul litorale abruzzese e verificare punto per punto gli interventi urgenti da effettuare per tamponare i danni delle mareggiate e cercare di salvare le strutture ed in alcuni casi anche i beni pubblici.

marepioggiaLo rende noto Riccardo Padovano, dell’associazione di categoria, che ha avviato personalmente una serie di sopralluoghi nei tratti maggiormente a rischio. Padovano parla di “ingenti danni” per la costa, colpita in “quasi tutti i comuni costieri, con picchi drammatici nei punti noti, che gia’  in condizioni normali sono soggetti ad erosione”. Particolarmente “preoccupante” la situazione a Casalbordino. Il mare, dice Padovano, “si trova praticamente sotto gli stabilimenti balneari ed in alcuni tratti lambisce la asse stradale per cui sarebbe opportuno approntare interventi di massima urgenza con apposizione di scogli radenti a protezione delle strutture e dei beni pubblici”. E’ stato anche chiesto di avviare “subito tutti i progetti di difesa della costa giA  approvati da tempo e che devono solo essere cantierati e realizzati”.

De PalmaLa situazione nel monitoraggio di Abruzzo Meteo: “La nostra Penisola risulta interessata da una vasta e profonda circolazione depressionaria, posizionata sul Canale di Sicilia, che apporta condizioni di maltempo soprattutto sulle regioni centro-meridionali – dice Giovanni De Palma, motore e fondatore del sito – in particolar modo sul settore adriatico e ionico dove sono in atto piogge diffuse, manifestazioni temporalesche e forti venti che determinano violente mareggiate. E’ quello che sta accadendo ormai da diverse ore anche sulla nostra Regione; nella giornata odierna, continueremo ad essere interessati dal maltempo con piogge diffuse su gran parte del territorio regionale, specie sul settore orientale e costiero, forti venti di bora e di grecale, e conseguenti mareggiate. Previste nevicate al disopra dei 1700-2000 metri. Temporanei miglioramenti, con diminuzione dell’intensità dei fenomeni, saranno localmente possibili soprattutto nella seconda metà della giornata odierna. La tendenza, comunque, è verso una lenta attenuazione dei fenomeni a partire dalla giornata di mercoledì (e marcatamente dalla seconda metà della giornata), anche se permarranno condizioni di instabilità che potranno dar luogo ancora a rovesci, localmente anche anche di forte intensità, mentre per un ulteriore sostanziale miglioramento dovremo attendere la giornata di giovedì”.

Sulla pagina Facebook del sito e nel Forum, in tempo reale gli aggiornamenti, problemi e disagi postati direttamente dalla popolazione, trasformata in “sensore speciale” da tutti i territori d’Abruzzo.

Print Friendly

Monica Di Fabio