0
Pubblicato il 10 febbraio 2016 da Simona Giordano in Altre notizie
 
 

Cantina Marchesi De’ Cordano, verticale a Roma con la Fondazione Italiana Sommelier

Cantina Marchesi de Cordano
Cantina Marchesi de Cordano

La Cantina Marchesi De’ Cordano, di Loreto Aprutino (Pescara), e la Fondazione Italiana Sommelier insieme a Roma per la degustazione storica delle etichette di punta della azienda. L’appuntamento è per domani, giovedì 16 febbraio dalle ore 16 alle 18.30 all’Hotel Rome Cavalieri. Sarà Daniela Scrobogna, docente F.I.S., a guidare la doppia verticale dei vini Montepulciano d’Abruzzo Trinità e Montepulciano d’Abruzzo Santinumi Riserva. Le annate in degustazione saranno:Montepulciano d’Abruzzo Trinità 2000 – 2001- 2004 – 2007 – 2009; Montepulciano d’Abruzzo Terra Dei Vestini Santinumi Riserva 2007- 2008 – 2009. L’ingresso alla degustazione verticale sarà riservato ai soci iscritti alla Fondazione italiana Sommelier e ai loro accompagnatori.

La Cantina

Sorge a Loreto Aprutino, in zona collinare, ai piedi della Maiella e guardando l’Adriatico, la Cantina voluta e realizzata da Francesco D’Onofrio, nel 2000, all’interno della storica tenuta Santa Caterina. Coadiuvato dall’amico enologo Vittorio Festa, nel rispetto della tradizione e dell’importante memoria storica territoriale, i due interpretano i vitigni autoctoni al meglio delle loro potenzialità. Nel 2011 è stata inaugurata la nuova cantina, funzionale e moderna, ben integrata col territorio, dove vengono adottate le più attuali tecnologie di vinificazione e affinamento. Riconoscibilità del vitigno, equilibrio e bevibilità sono le caratteristiche ricercate, nel rispetto del lavoro umano che, per primo, deve rispettare la natura e l’ambiente. Sin dalle origini, che si parli di pergola abruzzese o cordone speronato, metodi d’allevamento entrambi adottati, l’azienda segue i dettami dell’agricoltura biologica. Due le etichette di punta dell’azienda, entrambe da Montepulciano in purezza: il Montepulciano d’Abruzzo Trinità, dalle note gradevoli all’olfatto, preciso al gusto e finemente tannico, e il Montepulciano d’Abruzzo Terra Dei Vestini Santinumi Riserva, più complesso e maturo.

Print Friendly