0
Pubblicato il 5 febbraio 2015 da redazione in Notizie
 
 

Niko e Nadia, l’Abruzzo goloso presente a Milano per Identità 2015

Nadia Moscardi e Niko Romito
Nadia Moscardi e Niko Romito
Meno due giorni alla kermesse del gusto e degli chef di Identità Golose, siamo ad una tappa speciale, perché l’edizione che apre le porte a Milano l’8 febbraio per andare avanti fino a martedì 10, è la numero 11: oltre un decennio di storie e personaggi legati al cibo al MiCo di via Gattamelata sul tema “Una sana intelligenza“, ancora un esercito di chef in arrivo da tutte le parti d’Italia e del mondo per raccontarsi cucinando.  Dunque sana e non più solo golosa. Sotto la lente il mondo del piccante e quello del dolce, pasta e pane, ma anche 10978600_916888101677057_542164156503563117_npizza e tutta dimensione della cucina naturale, onnivora però, si tiene a precisare. Naturale come le verze verdi e viola che Nadia Moscardi metterà nella sua speciale valigia, colte direttamente dall’orto d’alta quota di Elodia, ristorante ormai 40enne di Camarda dove la famiglia incanta a tavola da almeno tre generazioni.

Sì, perché sarà lei insieme ad un “vicino” qual è Niko Romito a rappresentare l’Abruzzo alla convention di cucina dolce e salata da Paolo Marchi. Un mattatore, il Niko di Casadonna, lo stesso che sarà esclusiva Eataly fra qualche mese dentro il padiglione farinettiano all’Expo, sempre a Milano una piazza che lo attrae e lo corteggia da tempo e una mattatrice, Nadia Moscardi, destinataria di uno splendido ritratto dedicatole dalla webzine della manifestazione qualche tempo fa (leggi).

10896178_919008411457088_6591734553939276015_o

E saranno in ottima compagnia i due: DucasseMassimo BotturaCarlo CraccoHeinz BeckSean Brock,  Virgilio Martinez , per dirne alcuni...

Cento gli chef presenti, 150 gli appuntamenti. Ai fornelli ci saranno anche 12 donne cuoco (10 italiane, 2 straniere).

elodiaIn arrivo dalla Camarda, Nadia sarà vettore della montagna in cucina e per chi sarà a Milano l’appuntamento è per le 14 circa di domenica: (il programma). Sarà all’opera nella sala blu  su un tema che ne contiene in verità tre: Terra, acqua e libertà, invece due è il numero dei piatti che presenterà alla platea dei golosi per eccellenza Coregone, pastinaca ed erbe spontanee e Consistenza dell’orto e  Gelato con sedano d’acqua, mela verde e anice stellato.

Che farà Niko? Ermetica la sua performance culinaria su: La pressione evolutiva del cibo, per chi ha modo di andare a curiosare, con lui l’appuntamento è per lunedì, ore 14,15 all’Auditorium.

Print Friendly

redazione