0
Pubblicato il 23 aprile 2014 da Monica Di Fabio in Notizie
 
 

Orto scolastico amico, i bambini di Spoltore ritornano al valore della terra

ortibim
ortibim
L’Amministrazione comunale di Spoltore avvia il progetto “Orto scolastico Amico”, con la collaborazione della Coldiretti Pescara e della scuola dell’infanzia di Santa Teresa. Con una delibera di giunta, approvata ieri (martedì 22 aprile), vengono programmate una serie di attività per consentire ai bambini di avvicinarsi al mondo rurale e di conoscere le sue innumerevoli sfaccettature. Lunedì 5 maggio si parte con la piantumazione dell’orto nel giardino della scuola di Santa Teresa. Oltre ai bambini, veri protagonisti dell’iniziativa, saranno presenti gli insegnanti, la Preside Anna Maddalena Belcaro, le autorità locali e David Falcinelli, coordinatore regionale della Fondazione Campagna Amica.

orti2“Ai giovani allievi sarà rivolta un’attività didattica mirata e finalizzata alla comprensione del ciclo vitale delle piante, alla loro semina e alla coltivazione. La Coldiretti, attraverso proprio personale, garantirà un’attività di tutorato – ha spiegato l’Assessore alla Pubblica Istruzione Massimo Di Felice -. I bambini avranno, quindi, l’opportunità di rendere più bello il giardino della loro scuola, imparando ad apprezzare le bellezze del mondo agricolo”.

Il lavoro svolto verrà illustrato dagli alunni nel corso di un evento conclusivo, che si svolgerà il 16 maggio, alle ore 18.00, nella scuola di Santa Teresa.

“La collaborazione tra l’Amministrazione comunale e la Coldiretti, in particolare con l’Associazione Agrimercato – Campagna Amica, è stata avviata lo scorso anno, con l’istituzione dei nuovi mercati di Santa Teresa e di Frascone – ha sottolineato l’Assessore all’Agricoltura Chiara Trulli -. Iniziative di questo tipo sono utili al fine di sensibilizzare i bambini, attraverso la costituzione di orti scolastici, ad una migliore educazione ambientale e alimentare, di favorire la comprensione del concetto di filiera corta, di creare una comunità che contribuisca alla salvaguardia del territorio e all’educazione alimentare delle nuove generazioni”.

Print Friendly

Monica Di Fabio