0
Pubblicato il 19 agosto 2014 da Simona Giordano in Lavoro
 
 

Personale di sala nei ristoranti, un Open Campus per formare e assumere

cameriere 2
cameriere 2
Tanti gli chef competenti e preparati in Italia, altrettanto non si può dire del personale di sala che rappresenta il biglietto da visita di un locale e connota l’importanza della formazione nell’accoglienza del cliente.

Per dare opportunità ai giovani e ai ristoratori che cercano personale qualificato, prenderà il via a Milano Open Campus Solferino48,  il progetto di un gruppo di ristoranti di successo e professionisti del settore (Pisacco restaurant & bar, Dry cocktail & pizza, Turbigo bar & restaurant, Ristorante Berton) per selezionare e formare figure professionali sempre più adeguate alle necessità di un servizio di sala attento, accogliente e competente e fornire strumenti in grado di aumentare l’accesso “stabile” dei giovani al mercato del lavoro.

opencampus milano

Le fasi del progetto

L’iniziativa si svilupperà si svilupperà in tre fasi: l’8 settembre prossimo OPEN DAY per chi vuole conoscere da vicino la realtà della ristorazione e proporsi come candidato alla formazione a all’inserimento nelle strutture di Open Campus Solferino 48. In seguito, il 22 e il 23 settembre e il 29 e 30 settembre, un corso Professionale GRATUITO

“Coloro che saranno selezionati per partecipare all’Open Day” spiegano gli organizzatori “accederanno ad un percorso intensivo di formazione e orientamento con lezioni tematiche affronteranno vari aspetti del servizio, il rapporto con il pubblico, la corporate identity, il design, la comunicazione, la normativa haccp, il contratto nazionale… raccontando molti; aspetti del funzionamento di una “macchina” complessa come il ristorante, aiutando i candidati a porre le basi per un futuro nel mondo della ristorazione.A conclusione del percorso verrà proposta a 6 partecipanti al Campus l’assunzione con un contratto a tempo indeterminato presso i locali connessi con Open Campus Solferino 48″.

La pagina Facebook per informazioni

Print Friendly