Random Article


 
Food & News
 

Carciofi, fave e ricotta di capra per i ravioli ai sapori dell’orto

 
ravioli ricotta di capra
ravioli ricotta di capra
ravioli ricotta di capra

 
In breve
 

Ingredienti: per due persone gr. 200 ricotta di capra, 2 carciofi, 1 uovo gr. 80 farina di farro ( Casino di caprafico ) gr. 10 farina 0 gr. 50 pancetta magra a fettine una manciata di fave novelle parmigiano prezzemolo e menta
 
Tempo di cottura: 5 minuti
 
Tempo di preparazione: 2 ore ca
 
Difficoltà:
 
Città:
 
Costo:
 

Plus


sapori dell'orto

Minus


piatto un po' laborioso da preparare


0
Pubblicato il 15 aprile 2015 da

 
La ricetta
 
 
antonelladipietroCarciofi e fave, sapori dell’orto, per un primo dal sapore intenso, preparato con farina di farro. Un piatto salutare e di stagione che può arricchire il pranzo.

Preparazione della ricetta
Si prepara la pasta all’uovo unendo le due farine per rendere il composto omogeneo (difficile da fare solamente con il farro) e si lascia riposare coperta con un panno. Per la farcia si puliscono e si tagliano a fettine sottili i carciofi e si mettono a cuocere con un filo di acqua. Quindi in una ciotola si frullano con il minimiper in maniera grossolana per lasciare il sapore del carciofo, si unisce la ricotta, un cucchiaio di parmigiano, sale, pepe, prezzemolo a crudo e menta sbriciolata e si amalgama il tutto. Per il condimento si fa rosolare in una padella antiaderente la pancetta tagliata grossolanamente. Si sbucciano le fave e si fanno sobbollire velocissimamente in acqua bollente per qualche minuto. Quindi si mettono in acqua ghiacciata, si elimina la pellicina esterna e si fanno insaporire con la pancetta rosolata. Una parte del condimento si toglie dalla padella per la guarnizione del piatto. Si formano i ravioli nella maniera classica e si fanno cuocere in acqua bollente. Si ripassano nella padella con pancetta e fave mettendo un cucchiaio di acqua di cottura per farli insaporire e amalgamare bene. Si impiattano con un filo di olio a crudo, una spolverata di parmigiano e il restante condimento di pancetta e fave lasciato da parte.

Antonella Di Pietro, psicologa, appassionata di cucina

Print Friendly

0 Commenti



Lascia un commento per primo!


Rispondi

(richiesto)