Random Article


 
Food & News
 

Carpaccio di spigola alle prime uve

 
carpaccio
carpaccio
carpaccio

 
In breve
 

Ingredienti: Per 2 persone: 1 spigola, 1 coltello per sfilettare, uva nera, rucola, limone, olio
 
Tempo di cottura: zero
 
Tempo di preparazione: circa un'ora
 
Difficoltà:
 
Città:
 
Costo:
 

Plus


L'uva in un delizioso assaggio

Minus


Sconsigliato a chi non ama il pesce crudo


0
Pubblicato il 10 ottobre 2014 da

 
La ricetta
 
 
valeria-300x199Oggi è stata una giornata pazzesca, a tratti delirante soprattutto, condita con un bel mix di delusioni e consapevolezze, con un’esperienza da un parrucchiere cinese, completata con una cena a base di pesce, da vera pescarese chic… (eheh)….e ora, solo ora che è mezzanotte, il cuore della notte, mi ritrovo qui a sparlare di cucina e a vagheggiare di un possibile svago milanese in quel di incontri enogastronomici…e a ricordare questo piatto improvvisato e, secondo gli assaggiatori, ben riuscito. L’idea mi è parsa meravigliosa e così ho pensato di rielaborarla (come al mio solito) in un carpaccio fresco mixato per l’appunto con uva e smorzato nella sua dolcezza (data dall’uva) dal sapore della rucola. Un piatto abbastanza semplice nella sua realizzazione, un pò meno nella sua preparazione – per lo meno se non avete dimestichezza con i pesci-ma, quello vi assicuro, si supera con il tempo.
e ora ricettiamo:

Per le quantità, occorre che decidiate a cosa destinare questo piatto. Aperitivo su crostini di pane? Un assaggio di antipasto? una leggera cenetta? a voi la scelta. Per me qui era un antipastino e mi sono regolata con una spigola medio (200 g) divisa per due. Fate vobis….

Eviscerate il pesce, apritelo in due, diliscatelo, sfilettatelo cercando di ottenere fettine il più possibili sottili.
Disponetelo su un piatto da portata e irroratelo con il succo di mezzo limone. Fate marinare per mezz’ora.
Trascorso il tempo, eliminate il succo di limone in eccesso, adagiate sopra l’uva tagliata a metà e privata dei semi, la rucola e completate con un filo d’olio e voilà, il gioco è fatto. Buon appetito!

Valeria Di Giampaolo, musicista, docente e foodblogger

Fulmini e Polpette

 

Print Friendly

0 Commenti



Lascia un commento per primo!


Rispondi

(richiesto)