Random Article


 
Food & News
 

Il branzino si veste d’uva

 
Pesce crosta uva
Pesce crosta uva
Pesce crosta uva

 
In breve
 

Ingredienti: 1 branzino di circa 1,5 Kg, 200 g di cipolle bianche, 150 g di scalogni 3 spicchi d’aglio, ½ limone, 1 bottiglia di vino bianco, 1 mazzetto guarnito timo prezzemolo alloro, aceto di vino bianco, sale, pepe bianco in grani, 300 g di uva nera, 50 g di zucchero, 5 cl di aceto di vino bianco, 2 fogli di gelatina, 4 ciuffi di prezzemolo.
 
Tempo di cottura: 40 min ca
 
Tempo di preparazione: 3 h ca
 
Difficoltà:
 
Costo:
 

Plus


piatto sorprendente!

Minus


il dolce dell'uva unito al pesce può non essere gradito


0
Pubblicato il 3 settembre 2014 da

 
La ricetta
 
 
Tempo di vendemmia, stagione dell’uva. Ecco allora che Francesca D’Orazio Buonerba, cuoca formidabile e maestra di cucina, ci propone una ricetta originale e fantasiosa. E’ tratta dal suo blog, Lady Erbapepe.com dove potrete trovare tanti altri piatti straordinari da cucinare e suggerimenti su come ricevere gli ospiti e apparecchiare una tavola elegante e d’effetto. E se volete completare il menù potete preparare anche le tartellette salate con ricotta di capra e  uva. E ora, ai fornelli!

823473_10151306091163074_1941545360_oSe vi piace sorprendere, questo è il piatto giusto. E’ la stagione dell’uva e uva sia, in tutte le salse. Mi direte che è un ingrediente dolce, sì, ma provate ad utilizzarlo anche in versione salata se volete piatti che destano curiosità, forse a prima vista spaventano un po’, ma poi troveranno un buon consenso.

Ho usato il branzino (spigola) ma potrete scegliere tutti i tipi di pesce, anche quelli di lago. In tal caso consiglio di immergerli in acqua acidulata con aceto per 10 minuti e poi procedere come da ricetta.

Happy cooking!

Come procedere. Squamare il pesce, eviscerarlo. Affettare le cipolle, il limone e gli scalogni e metterli insieme agli spicchi d’aglio schiacciati in una pesciera che possa contenere il pesce a misura. Posarvi sopra la griglia ed adagiarvi il pesce. Versare il vino e tanta acqua quanto basta per coprire il pesce a filo. Salare, aggiungere il mazzetto guarnito e qualche grano di pepe e portare ad ebollizione a fiamma media.

Schiumare, abbassare la fiamma e proseguire la cottura a fiamma bassa per 20-25 minuti. Sgocciolare il pesce e disporlo su una piatto da portata. Eliminare la pelle e lasciarlo raffreddare.

Prelevare 1 litro del brodo di cottura del pesce, filtrarlo e farlo ridurre di 2/3. Mescolare lo zucchero con l’aceto, portare ad ebollizione e aggiungere il brodo ridotto. Ammorbidire la gelatina in acqua fredda, sgocciolarla, strizzarla, e scioglierla nella salsa, lasciare raffreddare a temperatura ambiente.

Coprire il pesce con gli acini d’uva tagliati a metà in modo da riprodurre l’effetto delle squame e spennellarli più volte con la salsa gelatinata. Mettere in frigorifero per almeno un’ora e guarnire con i ciuffi di prezzemolo prima di servire.

Francesca D’Orazio Buonerbamaestra di cucina in Italia e all’estero, autrice di libri, food blogger e organizzatrice di eventi.

*ricetta tratta dal suo blog Lady Erbapepe

 

Print Friendly

0 Commenti



Lascia un commento per primo!


Rispondi

(richiesto)