Random Article


 
Food & News
 

La pupe e lu cavalle, la tradizione pasquale in Abruzzo

 
pupe e cavalli
pupe e cavalli
pupe e cavalli

 
In breve
 

Difficoltà:
 
Costo:
 


0
Pubblicato il 21 marzo 2016 da

 
La ricetta
 
 
sandrafedericoOggi ho fatto ” La pupe e lu cavalle” . Questa è la ricetta: nu chile di farine, ducentecinquantagramm di ojie bbon, quattro ette de zuccher, se’ ove, mezze biccjier de latt, du bustine de cremon , nu limon rattat.
Facet na funtan che la farin dentr ci mettete: prime lu zuccher dop l’ov, l’ojie, lu latt, lu lemon e lu cremon ( putet a usa’ pe lu ricrisciment pur lu levet va ‘bon lu stess) ammasset veloc a da esse gne lu pan, bell morbede, dop detije la form e ‘nfurnet a forn calle pe’ na vintin de minut, fin a quand e’ m’po dorat ma ni li facet scuri’ da esser dilicat lu culor, a 180 grad.

La tradizione

La storia vuole che questo dolce arrivi da molto lontano, addirittura dall’ ’800, quando le due famiglie degli sposi, per suggellare la scelta dei ragazzi, preparavano, nelle antiche cucine, un cavallo da donare allo sposo ed una ‘pupa alla sposa e venivano scambiati nel corso di un grande “rinfresco”. Questi tipici dolci portavano un uovo legato da due strisce alla pancia, a forma di croce che voleva essere simbolo di unione, di rinascita e di matrimonio indissolubile . Ancora oggi le nonne preparano, per conservare questa antica tradizione, nella sera del giovedì santo, pupe e cavalli per tutti i nipotini.

Sandra Federico

Print Friendly

0 Commenti



Lascia un commento per primo!


Rispondi

(richiesto)