Random Article


 
Food & News
 

Risotto d’estate sperando che arrivi

 
risoestate
risoestate
risoestate

 
In breve
 

Ingredienti: per due, 180 g di riso carnaroli, due peperoni uno rosso e uno giallo, prezzemolo, olio evo, parmigiano, vino bianco 1/2 bicchiere
 
Tempo di cottura: 15 minuti i peperoni. 20 minuti circa il risotto
 
Tempo di preparazione: circa un'ora
 
Difficoltà:
 
Città:
 
Costo:
 

Plus


Risotto fresco con fresche verdure dell'orto

Minus


Non ha lo stesso sapore senza prodotti in arrivo direttamente dall'orto


0
Pubblicato il 30 maggio 2013 da

 
La ricetta
 
 
valeria-300x199Risotto ai peperoni, in attesa dell’estate….
E’ una ricetta che esprimeva tutta la nostalgia per un’estate finita. Vorrei utilizzarla oggi per accelerare l’arrivo della prossima estate che sembra essere mooolto pigra.  Allora, per evocarla ecco un piatto insolito, leggero (perché in questo piatto i peperoni per magia diventano leggeri….) e colorato, allegro e dal sapore davvero trascinante…
per cui:
Per prima cosa fate arrostire i peperoni sotto il grill del forno a 180°, dopo averli privati di picciolo semi e filamenti interni e, non appena saranno anneriti, estraeteli dal forno, fateli raffreddare, spellateli e riduceteli in striscioline.
Prendete ora due pentole: una capiente con i bordi alti e un pentolino più piccolo in cui farete riscaldare l’acqua. Nella pentola grande versate un filo d’olio e fate rosolare la cipolla tritata e tostate il riso a fiamma bassa per evitare che si bruci. Sfumate con il mezzo bicchiere di vino e aggiungete a poco a poco un mestolino di acqua (calda). Il riso rilascerà l’amido e piano piano creerà una cremina. Mentre il riso cuoce unite i peperoni, che in cottura si sfalderanno e si ridurranno in purea. Lasciatene alcuni da aggiungere alla fine in modo da avere qualche pezzetto intero che dia un pò di consistenza. Alla fine mantecate con il formaggio aggiungete il prezzemolo e versate sui piatti……. Ragazzi…una bontà!
Valeria Di Giamapolo, musicista, docente, foodblogger

 

Il suo blog Fulmini e Polpette

 

 

Print Friendly

0 Commenti



Lascia un commento per primo!


Rispondi

(richiesto)