Random Article


 
Food & News
 

Ventricina al posto del guanciale e la carbonara diventa abruzzese

 
carbonara
carbonara
carbonara

 
In breve
 

Ingredienti: Per quattro persone: tre fette di ventricina vastese dello spessore di mezzo centimetro ognuna, cipolla bianca fresca, un cucchiaio di parmigiano, un cucchiaio di pecorino, un cucchiaio di ricotta salata, prezzemolo tritato, olio evo, quattro uova intere, pepe e 500 gr. di pasta lunga, perciatelli, o spaghetti, o linguine
 
Tempo di cottura: dieci minuti in tutto
 
Tempo di preparazione: circa 20 minuti
 
Difficoltà:
 
Città:
 
Costo:
 

Plus


Carbonara saporita

Minus


Troppo cotta la ventricina diventa acida


5
Pubblicato il 19 luglio 2013 da

 
La ricetta
 
 
A furia di postare foto di ventricina per l’imminente Festival che si terrà il 20 e 21 luglio a Carunchio senti maturare la voglia di non mangiarla solo sul pane, o di ingollarla a fettine o tocchetti così, senza nulla, tutt’al più adagiata su un formaggio stagionato. Foto dopo foto, l’immagine del prelibato salume, sia in versione insaccata che in versione spalmabile, ha evocato utilizzi alternativi. Come l’idea di metterlo sulla pasta. La carbonara di ventricina che vi proponiamo, è nata così, da una fantasia alimentare.

I pro: carbonara molto saporita, condimento piccante, sapore corposo. Contro: la ventricina cotta la rende stopposa, la inaridisce, le toglie la particolarità che la rende celebre. Allora, ventricina quasi a crudo e si risolve il problema! (va fatta tagliare a fette di circa mezzo centrimetro e ridotta in cubetti piccoli)

IMG_4395Dunque, preparazione attentissima! Base del condimento cipolla bianca fresca, affogata in olio evo quanto basta, prezzemolo e vino bianco, o rosato. Quando la cipolla sarà morbida mettere a bollire la pasta. Nel nostro piatto ci sono i perciatelli a trafila ruvida Del Verde, se preferite anche le linguine non guastano. A due minuti dalla cottura della pasta, che ne impiega cinque, accendere i motori del condimento e aggiungere alla base la ventricina a dadi, perché lo insaporisca, attenzione: non deve friggere, quando l’olio la aggredirà, gettateci sopra la pasta e spegnete il fuoco, amalgamate e infine aggiungete le uova del condimento, sbattute con sale, pepe e un mix di formaggi (parmigiano, ricotta salata e pecorino). Servire bollente con un vino rosso fermo, fermissimo.

Il risultato? Provatelo da voi.

Print Friendly

Monica Di Fabio

 


  1.  
    Luciana

    Tutto ok, ma l’uomo intero nella carbonara non lo reggerei, inevitabilmente si ripassa in padella e fa la frittatina.




  2.  

    meglio il rosso soltanto ;)!!!




  3.  
    Simona Giordano

    Il bello di alcune ricette è di poterle reinterpretare secondo il proprio gusto e la propria sensibilità gastronomica




  4.  
    Anna

    anche la ricetta più semplice cucinata con amore risulterà squisita





Rispondi

(richiesto)