0
Pubblicato il 19 aprile 2014 da Monica Di Fabio in Notizie
 
 

Slow Food beve Birra Almond 22. Ecco le chiocciole della guida al birrificio pescarese

Almond
Almond
Slow Food premia la Almond’ 22 la prima birra artigianale a nascere in Abruzzo, circa 11 anni fa (leggi il nostro articolo su Almond 22). Quella che è fra le 10 birre migliori d’Italia che ha fatto incetta di riconoscimenti e premi in questi anni e che continua a sfornare sapori a prescindere dalla gloria, perché fare birra per il creatore del marchio è un modo per affrontare passione, vita e lavoro.

La notizia è diventata ufficiale con la pubblicazione in bacheca della novità, ma circolava già da qualche giorno, ma per  Jurij Ferri i premi che arrivano non sono tappe: “Non metto nulla in cornice, incasso il successo, ne gioisco e vado avanti”, aveva commentato riferendocelo.

almondalmond

 

 

 

 

 

Dunque, le chiocciole Slow al birrificio. Un premio con cui l’associazione che mette insieme gusto e territori identifica i birrifici per la qualità e la costanza delle loro birre, per il ruolo svolto nel settore birrario nazionale, per l’attenzione, appunto, al territorio e all’ambiente.

AlmondE i premi alle birre:
Pink Ipa: Grande birra quotidiana.
Farrotta: Birra Slow
Maxima: Grande birra
Hibernum: Grande Birra

Dalla bacheca Almond il brindisi è con tutti coloro che amano e sostengono quel modo di fare birra. Un modo che al mondo piace, intenditore e non.

Nessuna cornice, dunque, ma tanto lavoro perché il progetto del nuovo birrificio, quello che sta nascendo a Loreto Aprutino diventi realtà: “Faremo belle cose lì oltre la birra – dice Jurij – E’ un progetto che realizza diversi sogni, fra cui quello di un laboratorio, di una fattoria didattica, di un posto per interagire con il territorio. E sarà presto realtà”.

Print Friendly

Monica Di Fabio