0
Pubblicato il 9 agosto 2014 da Simona Giordano in Notizie
 
 

Toson d’oro, Massimiliano Morra principe nel corteo storico

toson d'oro lcoandina
toson d'oro lcoandina
Sarà l’attore Massimiliano Morra, uno dei volti più noti delle fiction italiane, a vestire i panni del principe Colonna nella 28° edizione del Toson d’Oro,   in programma nel centro storico di Vasto oggi, 9 agosto e domani, alle ore 21. A precedere il corteo storico sarà uno spettacolo  in onore della marchesa d’Avalos che, sabato sera, che si terrà nel centro cittadino con performance di musica, danza, combattimenti con spade infuocate e l’esibizione degli sbandieratori dell’associazione “Borgo Medioevale” di San Vito Chietino.

Domani sera, il momento clou del programma con il corteo storico che prevede la partecipazione di oltre 250 figuranti in abiti settecenteschi, degli sbandieratori “Federiciani”, “Angioini” e “Puer Apuliae” di Lucera, i mangiafuoco “Brancaleone” di Barletta, il gruppo folk “Cantori del Golfo”, la scuola di danza orientale “Sahabi” e i soldati della scuola “Authentic Wing Tsun”.

La storia

La rievocazione fa rivivere gli splendori ed i fasti che furono di Casa d’Avalos, feudatari del Vasto, e si proietta idealmente all’epoca in cui la residenza dei principi divenne centro di attrazione per l’Italia e l’Europa, perché vi convennero principi, nobili, alti prelati.
La storia racconta, che con dispaccio dell’imperatore Carlo VI d’Asburgo, Don Cesare Michelangelo D’Avalos, marchese del Vasto, venne incaricato di conferire il collare del Toson d’Oro al Connestabile del Regno, il principe romano Fabrizio Colonna. La consegna dell’ordine del Toson d’Oro, avvenne quale riconoscimento dei servigi che la Famiglia romana rese alla corte di Napoli.
L’avvenimento assunse anche un valore altamente morale, quale validissimo elemento per la diffusione del Cattolicesimo in Europa, visti i legami che intercorrevano tra il principe Fabrizio Colonna e suo zio, il cardinal Carlo Colonna.
La cerimonia si svolse a Vasto il giorno 24 ottobre 1723 ed i festeggiamenti si protrassero fino al 2 novembre.

toson d'oro

Il rito

Il corteo storico ha inizio dal Palazzo dei d’Avalos muovendosi per accogliere il principe Colonna ed il suo seguito. Dopo l’incontro delle Illustrissime persone, i nobili convenuti si dirigono verso il Palazzo marchesale, tutto fulgente di luci e colori tra una folla acclamante, allietata da giocolieri e mangiafuoco.

Sotto lo sguardo attento del Maestro di Cerimonia, il Marchese Giovan Battista Castiglioni, nominato Segretario Regio per l’occasione, avviene la solenne cerimonia del rito della Collazione del Toson d’Oro al candidato, principe Fabrizio Colonna, secondo un antico cerimoniale dell’Ordine descrittoci da un cronista del tempo.
Nella ricostruzione storica odierna, dopo il rito della Collazione, al canto solenne dell’Alleluja, le Illustri persone si mostrano dal balcone e salutano la folla per dare poi inizio ai festeggiamenti di corte.
Fanno seguito vari momenti di gaudio che allietano tutto il centro storico della citta, tra minuetti settecenteschi, danze popolane, esibizione di fachiri e cavallerizzi, spettacoli di sbandieratori, mangiafuoco, antichi canti popolari; il tutto per concludersi a tarda notte.
La manifestazione è curata dall’Associazione Culturale ”Amici del Toson d’Oro”, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale.

Print Friendly