0
Pubblicato il 20 ottobre 2014 da Simona Giordano in Lavoro
 
 

Bottega di mestiere, per i giovani disoccupati ancora dieci giorni per iscriversi

Locandina Botteghe di Mestiere
Locandina Botteghe di Mestiere

Dall’enogastronomia alla ristorazione, dall’edilizia alla lavorazione dei metalli, passando per l’arte bianca, il benessere e la riparazione degli autoveicoli. È ampia la scelta per i giovani abruzzesi che volessero imparare un lavoro artigianale. Fino al 30 ottobre sono aperte le candidature per le otto Botteghe di Mestiere del programma integrato “Giovani Abruzzo – Se vuoi, puoi”, che la Regione Abruzzo organizza insieme a Italia Lavoro.
In palio c’è la possibilità di svolgere un’esperienza di formazione on the job di sei mesi, direttamente all’interno di un laboratorio artigianale o di un’azienda del settore prescelto, con il vantaggio di avere a fianco lavoratori esperti che aiuteranno a scoprire e imparare i segreti del mestiere.
Possono partecipare i giovani
• di età compresa tra i 18 e i 29 anni non compiuti
• che abbiano assolto all’obbligo scolastico
• che si trovino in stato di disoccupazione o inoccupazione
• che siano residenti in Abruzzo.

500 euro la borsa mensile

Gli aspiranti artigiani riceveranno una Borsa mensile di 500 euro, ma soprattutto acquisiranno capacità, conoscenze e competenze da spendere in maniera proficua sul mercato, anche in veste di liberi professionisti o magari di nuovi imprenditori.
Le candidature resteranno aperte fino al 30 ottobre del 2014. Per partecipare è necessario scegliere una delle botteghe di seguito elencate e poi cliccare sul tasto Iscriviti in fondo alla pagina web:
• I sapori del parco (Provincia dell’Aquila);
• Profumi & Sapori d’Abruzzo (Provincia dell’Aquila);
• La bottega dell’autoriparatore in rete (Provincia di Chieti);
• Formazione di esperti in pratiche tradizionali di cantina – Cantiniere (Provincia di Chieti);
• Costruire la crescita (Provincia di Teramo);
• La ristorazione tra tradizione e innovazione (Provincia di Teramo);
• Lavorare è … “Bello” (Provincia di Teramo);
• “Tornire” giovani caratteri per il loro “saldo” futuro (Provincia di Teramo).

Invece questo è il link per accedere direttamente alle iscrizioni.

 

Print Friendly