0
Pubblicato il 6 giugno 2014 da Simona Giordano in Altre notizie
 
 

Sulmona, partono i casting per il film su Celestino V

IMG_4024
IMG_4024
Partono i casting per il film su Celestino V. L’appuntamento per chi vuole sostenere i provini è per sabato 28 giugno, a Sulmona, presso il Museo di Storia Naturale in Via Angeloni 11 (Palazzo Sardi Comunità Montana Peligna).

“I provini avranno inizio alle h. 10.00 e proseguiranno fino alle 18.00″ spiegano gli organizzatori.”Ogni candidato dovrà esibirsi su un testo a piacere della durata massima di 2 minuti e una canzone a piacere (senza base o accompagnamento). Per poter partecipare è obbligatorio inviare una mail a casting@celestinovilfilm.it indicando il proprio nominativo, generalità e curriculum (se disponibile) entro il 25 giugno. Riceverete una risposta alla vostra mail con l’orario di convocazione al provino”.
Il film e spettacolo teatrale “Celestino V – Il papa del gran rifiuto” è un progetto culturale di rilevanza internazionale, con due protagonisti: Pietro Angelerio da Morrone (Celestino V) e i luoghi celestiniani della Maiella.
Il progetto, ispirato a L’avventura di un povero cristiano, dello scrittore abruzzese Ignazio Silone , è stato ideato, scritto, interpretato e diretto da Franco Mannella, attore, regista e doppiatore di origine abruzzese, noto anche per aver già dato memoria a D’Annunzio e Flaiano con innovativi spettacoli teatrali.

IMG_4044
Il progetto prevede due fasi di attuazione:la realizzazione dello spettacolo teatrale, da rappresentare nel Tempio di Ercole Curino, sotto l’ Eremo di S.Onofrio, a Sulmona, in occasione della Perdonanza 2015 e la produzione del film, che sarà composto da scene propriamente cinematografiche (girate presumibilmente in luoghi come Collemaggio, Eremo di Santo Spirito, Sulmona, Eremo di Sant’Onofrio) e da riprese che documenteranno le ricerche sulla vita di Celestino V, le prove con gli attori e le immagini dell’evento teatrale.
La particolarità del progetto è l’interconnessione tra le due fasi, quella teatrale dal vivo e quella cinematografica. Lo spettacolo teatrale, infatti, si intreccerà con le immagini cinematografiche, così come il film racconterà la storia di Celestino V anche attraverso il lavoro di preparazione degli attori, in modo assolutamente coerente con la storia.
Il film farà ricorso a un’ambientazione atemporale, così da poter far dialogare al meglio l’antichità e l’autenticità della narrazione con la mutazione moderna dei luoghi celestiniani.

Il progetto, che ha già ricevuto il patrocinio delle regioni Abruzzo e Molise, punta inoltre a svolgere una funzione di promozione internazionale dei luoghi che hanno ospitato le riflessioni di Pietro da Morrone, dalla sua città natia, Isernia, a Sulmona, da L’Aquila agli eremi.

Print Friendly

Simona Giordano